La fotografia analogica rappresenta il gradino successivo nel mio percorso. L'attesa dello sviluppo, la lenta realizzazione degli scatti. Fermarsi. Respirare. Osservare. Quest'ansia collettiva di divorare tutto subito mi ha spinto a riflettere. L'occhio, la macchina, il tempo, si uniscono in una frazione di secondo. Immortalati.

Back to Top